Scrittura e motivazione: quali dimensioni

22.08.2019

Motivation di Shepherd Chabata (Pixabay)
Motivation di Shepherd Chabata (Pixabay)

È fondamentale per motivare alla scrittura che gli alunni abbiano una immagine positiva della scrittura stessa. Per far ciò è importante proporre attività di scrittura da angolazioni diverse ma sempre alla portata degli alunni ponendo particolare attenzione a:

  • Fornire un'ampia gamma di generi testuali (finalizzata alla progressiva e consapevole scoperta delle varie funzioni della scrittura in relazione al contesto e uso comunicativo che partano dai diversi momenti della vita scolastica);
  • Porre attenzione, tempo e spazi alla scrittura collaborativa offrendo occasioni di scrittura partecipata a forte input interattivo (la scrittura mediale in tal senso offre molteplici possibilità: redazione di un e-magazine, di un wiki, di un blog, ...). Banalmente avere in gruppo un foglio condiviso su cui appuntare le idee che man mano emergono può essere una buona opportunità per avviare questo tipo di scrittura, individualmente potrebbe essere un taccuino (nelle prime classi della primaria potrebbe essere visivo e poi via via integrato con i primi appunti scritti, per poi nel tempo passare all'uso di attivatori grafici e a scritture sempre più complesse);
  • Proporre argomenti interessanti, attività significative di cui la scrittura è parte, giocare con la scrittura;
  • Valorizzare il prodotto inteso come risultato di un percorso di lavoro in cui riflessione, memoria, pianificazione, revisione da parte del singolo e del gruppo, eventuale riscrittura e condivisione (anche utilizzando vari media) siano egualmente considerate determinanti (molto utile a tal scopo la realizzazione di griglie valutative anche co-costruite con gli alunni - vedi ad esempio i modelli proposti su Rubistar).

La motivazione alla scrittura va costruita passo passo sfruttando e creando tutte le opportunità "per tempo e col tempo" (P. Boscolo, 2001), non c'è alcuna dotazione innata e non è nemmeno necessaria poiché a fare la differenza sono le abilità che possono essere apprese. Il compito del docente è accendere la motivazione ad acquisire queste abilità in modo tale da poter far sperimentare a ciascuno alunno le proprie potenzialità di scrittore in erba.